Via dell'Elettronica 21/23, 27010, Cura Carpignano (PV)
10 Gennaio 2022 - Scritto da :

Abbigliamento da lavoro: le norme da seguire

Per abbigliamento professionale certificato si intende una tipologia in grado di fornire un’adeguata protezione dai potenziali rischi, oltre che facilitare le operazioni che dobbiamo compiere sul lavoro. Ecco perché, riferendosi all’abbigliamento da lavoro certificato si parla di DPI ossia di Dispositivi di Protezione Individuale. Con DPI si intende qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi che possono minacciare la sicurezza o la salute durante il lavoro, stando al Decreto Legislativo del 9 aprile 2008, n. 81. Ecco le linee per gli indumenti da lavoro certificati.

Indumenti ad Alta Visibilità

Oramai obbligatori in tutti i cantieri, questa tipologia di vestiario va utilizzata qualora sia necessario segnalare la presenza dell’utilizzatore agli operatori di veicoli o altri dispositivi sia durante le ore di luce, sia di notte sfruttando le luci dei mezzi. Inoltre è certificato EN 20471.

Indumenti Antimpigliamento

Questa tipologia di abbigliamento rispetta la normativa UNI EN 510, la quale “specifica le proprietà degli indumenti di protezione che riducono al minimo il rischio di impigliamento o trascinamento da parti in movimento quando il portatore lavora su o in prossimità di macchine o apparecchiature in movimento pericolose”.

Indumenti Antiacido

Realizzati con tessuto certificato antiacido, conforme agli standard di resistenza agli acidi descritti nella normativa UNI EN ISO 13034, questa tipologia di abbigliamento deve riportare per ogni in etichetta l’indice di impedimento, il ritardo del passaggio di un agente acido e il tempo che il lavoratore ha a disposizione per togliere il capo in caso in cui la sostanza corrosiva venga a contatto con il tessuto.

Indumenti Antistatici

La tipologia di abbigliamento antistatico è studiata appositamente per ovviare all’accumulo di energia e grazie alla particolare tipologia di fibre di cui si compongono i capi, impedisce pericolose scariche con la pelle.

Indumenti ESD

Questa tipologia di abbigliamento è studiato per chi lavora in ambienti in cui l’accumulo di cariche elettriche può arrecare danni ai delicati componenti elettronici che vengono maneggiati dal personale. Assicurano la completa assenza di caricamento elettrico e la dissipazione della carica elettrostatica grazie alle fibre conduttive scelte appositamente, ed è conforme alla norma EN 61340-5-1.

Abiti da lavoro Ignifughi

Pensato per chi lavora a contatto con le fiamme, questo abbigliamento è realizzato con un tessuto trattato in maniera tale da renderlo ignifugo, nel caso non lo sia intrinsecamente. Le fibre con questa caratteristica risultano infiammabili solo in presenza di quantità d’ossigeno ben più elevate rispetto a quelle presenti nell’aria e sono studiate per generare una quantità minima di fumo tossico rispetto ai tessuti normali.

Indumenti trivalenti

Gli abiti da lavoro trivalenti, essendo caratterizzati da diversi livelli di protezione, vengono classificati in base al livello di protezione inferiore. Per essere realmente protetto, l’operatore deve vestire interamente.

Abbigliamento pentavalente

L’abbigliamento pentavalente, come suggerisce il nome, protegge da cinque tipologie di pericoli in ambito lavorativo. In particolare sono indumenti antistatici, ignifughi anche alla saldatura e procedimenti connessi, contro calore e fiamma, repellenti agli agenti chimici e resistenti all’arco elettrico.

Indumenti Antincendio

Questo tipo di abbigliamento viene principalmente utilizzato dai Vigili del Fuoco, ma anche nelle industrie dal personale addetto al controllo degli incendi. È realizzato con materiale ignifugo, in modo da impedire al calore di penetrare all’interno degli indumenti mantenendo la temperatura il più confortevole possibile.

Abbigliamento da lavoro Anticalore Alluminizzato

Questo tipo di abbigliamento viene utilizzato da personale che lavora in prossimità o all’interno di fiamme libere come fonderie o acciaierie. Il tessuto è composto da tre strati: la superficie, una fodera termica intermedia in feltro di carbonio e un’ulteriore fodera termica interna in viscosa aramidica.

Abbigliamento Oil&Gas

Questa tipologia di abbigliamento certificato deve essere realizzato in modo da tener conto delle sostanze chimiche, corrosive, infiammabili o ad alta conducibilità elettrica con cui può entrare in contatto il personale che lavora in quest’ambito. I capi di abbigliamento Oil&Gas sono realizzati quindi con materiale ignifugo, idrorepellente, ed antistatico.

Indumenti protettivi dal freddo

Quando si parla di abbigliamento utile alla protezione dal freddo si fa riferimento ad un abbigliamento che deve avere capacità di isolamento dal freddo esterno e allo stesso tempo assicurare la traspirabilità del capo al vapore acqueo per evitare la formazione di sudore. Questo tipo di abbigliamento DPI deve essere certificato seguendo la norma EN 342 e garantire quindi la copertura dal freddo a temperature che vanno dai 2°C ai -5°C del clima esterno, ai -25°C di un magazzino refrigerato fino anche ai -40°C che si possono trovare in una cella congelatore.

Abbigliamento Alimentare

L’abbigliamento alimentare deve essere realizzato considerando aspetti igienico-sanitari oltre che relativi alla sicurezza dell’operatore. Questi indumenti solitamente sono realizzati in tessuto di cotone o poliestere, genericamente chiaro per assicurare la visibile pulizia del capo, e traspirante per garantire un comfort adeguato.

Abbigliamento Sanitario

L’abbigliamento sanitario, come vale per il campo alimentare, non deve soddisfare specifiche certificazioni, ma deve essere scelto in modo da assicurare aspetti igienico-sanitari e di protezione per l’operatore. In conclusione, possiamo affermare con certezza che gli indumenti da lavoro rappresentano il primo mattone della sicurezza che dobbiamo sempre costruirci all’interno del nostro ambiente di lavoro. Vieni a scoprire il nostro abbigliamento antinfortunistico, visitando la sezione dedicata all’interno del nostro sito internet.

Leave a comment